LIBRIRBIL

brevi recensioni di libri di vario genere

A passo d’uomo

Lascia un commento

Appena arrivata al Salone del libro di Torino sono entrata, ho guardato il primo stand che mi sono trovata davanti e cosa ho visto? Un cartellone che pubblicizzava un libro in cui un ragazzo racconta il suo tentativo di fare il giro del mondo a piedi in solitaria. Non potevo non comprarne una copia! Ora che l’ho terminato posso dire che A passo d’uomo di Mattia Miraglio è stato decisamente un buon acquisto e se anche a voi piacciono i racconti di viaggio vi consiglio di provare a leggerlo.

Mattia, autore del libro e protagonista in prima persona di questo particolarissimo progetto, parla delle varie tappe del suo viaggio, partito da un paese in provincia di Cuneo e proseguito attraverso il nord Italia, l’est europeo e altri Stati come la Turchia, l’Iran, l’India, la Thailandia, l’Indonesia e l’Australia, tutti attraversati rigorosamente a piedi a parte in alcuni casi eccezionali. Come avrete capito dalla lista di paesi citati, il giro del mondo del ragazzo non è stato portato a termine, infatti una volta giunto in Oceania Mattia ha dovuto interrompere il viaggio e tornare in Italia. La sua idea però è di ripartire, dopo un periodo di pausa, da dove aveva sospeso la camminata e attraversare i continenti rimanenti, ovvero le Americhe e l’Africa. Spero che riesca ad avverare il suo sogno e non vedo l’ora di seguire ancora una volta le sue avventure!

Ciò che mi è piaciuto di A passo d’uomo è principalmente il racconto dei numerosi incontri con persone di tutto il mondo, con le varie culture diverse dalla nostra. Non lo conosco personalmente, ma Mattia mi ha dato l’impressione di essere estremamente curioso, di voler conoscere il più possibile i luoghi che visitava e le usanze delle persone che incontrava. Grazie a queste sue caratteristiche il suo racconto non è una semplice descrizione dei luoghi visti e del percorso affrontato ma è pieno di informazioni curiose sul suo viaggio e su chi ne ha fatto parte.

Da quel che ho letto mi è sembrato che durante i 12 mesi e più in cui Mattia è stato lontano da casa non tutto sia andato benissimo, ci sono stati dei momenti in cui si è trovato in situazioni pericolose, oltre alle volte in cui ha sofferto per la lontananza dai suoi cari. Anche per questo merita tutta la mia stima, è riuscito in un’impresa davvero difficile e impegnativa!

Un po’ mi è dispiaciuto che il libro fosse relativamente corto, in certi casi avrei voluto avere più dettagli su alcuni avvenimenti, descrizioni più lunghe del percorso attraverso determinati Stati, o semplicemente più fotografie. Se però come me siete curiosi e volete avere più informazioni sulle varie tappe potete leggere i post del blog personale in cui Mattia ha descritto mese dopo mese il suo viaggio attorno al globo: www.mattiamiraglio.it.

Spero di avervi incuriositi, buona lettura!

Lascia un commento!

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...